Giovedì: libero_ Uscite in libreria: Novembre 2014

uscite

Nuova rubrica sulle ultime novità in libreria.
Cadenza: ogni primo giovedì del mese (spero!).

_Le descrizioni delle trame da me riportate sono prelevate dai vari siti promotori.

Per via di terra. In treno da Hanoi a Mosca,
Massimo Loche

144 pa5754568_312986gine

13 €

Voland

Novembre 1974. Il giornalista Massimo Loche, allora corrispondente da Hanoi per “l’Unità”, sceglie per viaggiare un mezzo inusuale: il treno. Parte dal Vietnam, attraversa la Cina di Mao per arrivare a Mosca, nell’Unione Sovietica di Brežnev. Un itinerario irto di complicazioni e difficoltà di ogni tipo, in carrozze a quel tempo lussuose, popolate da marinai romeni e intellettuali jugoslavi, attrici del cinema mongolo e diplomatici avventurosi. Alla scoperta di un mondo che oggi non esiste più ma che è rimasto nell’immaginario di tutti.

Sotto una buona stella,
Richard Yates

YATES Sotto Una Buona Stella.indd 400 pagine

14,50 €

minimum fax

Bobby è un giovane soldato che cerca di barcamenarsi sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale; non si è rivelato l’eroico guerriero che immaginava di essere, e la sua esperienza è fatta solo di paura e confusione. A casa lo aspetta la madre, Alice, che ripone in lui tutte le sue speranze e sogna, al suo ritorno, di poter cominciare una nuova vita per entrambi. La famiglia come rifugio dal mondo esterno, la famiglia come trappola, la famiglia che contribuisce nel bene e nel male a definire ciò che siamo.

Dubliners 100. Quindici voci d’Irlanda, la nuova Gente di Dublino,
AA.VV.

cover_dubliners240 pagine

15 €

minimum fax

A cent’anni dalla pubblicazione di Dubliners di James Joyce, minimum fax presenta un’imperdibile opera polifonica che lo celebra, riunendo le migliori penne dell’Irlanda contemporanea. Giovani e meno giovani, talentuosi esordienti e consacrati autori di bestseller, queste «quindici voci d’Irlanda» si confrontano con il capolavoro joyciano che si fa pretesto, suggestione per dar voce alla nuova Gente di Dublino. Quindici racconti inediti, agili e dissacranti, affidati per questa edizione ad alcuni dei migliori traduttori del panorama italiano. La paralisi, il desiderio di fuga, il profondo senso di stagnazione e la frustrazione dei Dubliners di Joyce proiettano la loro luce obliqua sull’odierna vicenda esistenziale dell’isola di smeraldo e del suo popolo ferito, scosso dalla violenta perdita d’identità e da un profondo senso di regressione, isolamento ed esclusione.

La regola dell’equilibrio,
Gianrico Carofiglio

www.inmondadori.it300 pagine

19 €

Einaudi

Un magistrato nel pieno di una prestigiosa carriera si ritrova indagato in seguito alle dichiarazioni di un pentito. L’accusa è di corruzione. Per la propria difesa, il magistrato decide di rivolgersi a un vecchio amico, l’avvocato Guido Guerrieri. L’indagine difensiva mette in moto un meccanismo di ricordi, ma nel suo imprevedibile sviluppo pone Guerrieri di fronte a dolorosi dilemmi. Perché ciascuno può sbagliare, ma giustificare i propri errori davanti a sé stessi significa divorziare dalla verità. Significa perdere l’equilibrio.

La ballata di Adam Henry,
Ian McEwan

ian160 pagine

20 €

Einaudi

Fiona Maye, giudice dell’alta corte di Londra specializzata in diritto di famiglia, alla soglia dei sessant’anni vede il proprio matrimonio sgretolarsi. Abituata alla razionalità e alla compostezza, Fiona cerca di soffocare la paura e il dolore tuffandosi a capofitto nel lavoro. In tribunale la attende un nuovo caso complicato: i genitori di Adam Henry, un ragazzo di diciassette anni e nove mesi malato di leucemia, rifiutano le trasfusioni per non contravvenire al volere divino, come stabilito dalle convinzioni dei testimoni di Geova. L’ospedale ha chiesto con urgenza l’intervento della corte: il ragazzo rischia di morire. Ascoltate le parti in aula, Fiona decide di andare a fargli visita. Sarà un momento decisivo, l’incontro tra due solitudini che lascerà una traccia indelebile nell’esistenza di entrambi.

Storie di Gap,
Santo Peli

978880622285GRA300 pagine

30 €

Einaudi

I Gap, componente esigua ma rilevante del movimento di Resistenza, occupano un posto marginale nella memoria collettiva e nella storiografia resistenziale. Due ragioni spiegano tale marginalità: da un lato i Gap combattono secondo le modalità classiche del terrorismo, cioè con uccisioni mirate di singoli individui e con attentati dinamitardi; dall’altro sono organizzati e diretti dal Partito comunista, e dunque restano, durante e dopo la Resistenza, connotati politicamente in modo molto piú marcato delle altre formazioni partigiane. Quella dei Gap viene dunque in prevalenza percepita come «un’altra storia», su cui si sono esercitati anatemi con piú virulenza che sulla Resistenza in generale.
Primo vero resoconto storico dei Gap, i «Gruppi di azione patriottica» nella Resistenza italiana: partendo da documenti d’archivio ancora inediti, Santo Peli ricostruisce un fenomeno complesso e controverso, in gran parte ancora inesplorato.

Annunci

2 thoughts on “Giovedì: libero_ Uscite in libreria: Novembre 2014

    1. Effettivamente desta una certa curiosità.. Ho dato solo una scorsa veloce alle trame di Modiano, ma devo dire che quello che mi attira di più è “Sconosciute”.
      Sbircerò sulla tua pagina per vedere cosa avrai scelto tu 😛

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...