Giovedì: libero_ Uscite in libreria

Ciao amicici. Finito il ciclo di Halloween torniamo alla normale routine che, questo giovedì, prevede il ritorno in libreria, alla scoperta di novembre.

Oceano delle meraviglie
Basford Johanna

80 pp
14,90 €
Mondadori

Coloring book.

Storie di gatti. I racconti più belli
AA.VV.

350 pp
17 €
Einaudi

Tutti gli amanti dei felini lo sanno: i nostri raffinati amici a quattro zampe adorano i libri. Non perdono occasione per accoccolarvisi sopra, per mordicchiarne la copertina, per sdraiarsi, se solo commettiamo l’errore di non dare loro le dovute attenzioni, tra il nostro sguardo e le pagine. Ma dentro i libri, altrettanto spesso, ci finiscono, grazie alla penna degli scrittori gattofili che decidono di farne i protagonisti o addirittura i narratori delle proprie storie. Dall’astuto gatto con gli stivali di Charles Perrault alla micia innamorata di Honoré de Balzac, dal gatto nero di Edgar Allan Poe agli affamati felini di Murakami Haruki (che nessuno vorrebbe avere la ventura di incrociare sul proprio cammino), una galleria delle più celebri tigri in miniatura che la letteratura di ogni epoca e latitudine ha saputo regalarci. Perché se il cane rimane il migliore amico dell’uomo, il gatto, come ci ha insegnato Hemingway, non può che essere il migliore amico di uno scrittore.

L’invisibile ovunque
Wu Ming

260 pp
17,50 €
Einaudi

Tutti i protagonisti di questo libro cercano un modo per resistere alla guerra. C’è chi sceglie la renitenza alla leva o la sfida all’istituzione psichiatrica, correndo il rischio che la follia simulata diventi reale. C’è chi sperimenta la mimetizzazione e l’utopia di un’invisibilità che renda impossibile agli uomini combattersi. C’è chi trova il modo di nascondersi nelle pieghe della guerra, praticando l’umorismo e il paradosso, esplorando gli abissi della psiche umana, fantasticando piani grandiosi per farla pagare al mondo che ha reso possibile la carneficina. C’è chi si arruola negli Arditi, scansando la vita di trincea, ma al prezzo di divenire un uomo-arma, da impiegare in azioni al limite dell’impossibile e del suicidio.

Va’ metti una sentinella
Harper Lee

368 pp
18 €
Feltrinelli

Va’ metti una sentinella è ambientato a metà degli anni Cinquanta. Scout (Jean Louise Finch) torna a Maycomb da New York per andare a trovare Atticus. Cercando di comprendere l’atteggiamento del padre nei confronti della società e i suoi stessi sentimenti verso il posto dove è nata e dove ha passato l’infanzia, Scout è costretta ad affrontare difficili questioni personali e politiche.

Chirù
Michela Murgia

150 pp
18,50 €
Einaudi

Quando Eleonora e Chirù si incontrano, lui ha diciotto anni e lei quarantaquattro. Le loro vite sembrano non avere niente in comune. Eppure è con apparente naturalezza che lei diventa la sua guida, e ogni esperienza che condividono dall’arte alla cucina, dai riti affettivi al gusto estetico li rende più complici. Eleonora non è nuova a quel compromettente tipo di istruzione. Nel suo passato ci sono tre allievi, due dei quali hanno ora vite brillanti e grandi successi. Che ne sia stato del terzo, lei non lo racconta volentieri. Eleonora offre a Chirù ogni cosa che ha imparato e che sa, cercando in cambio l’energia di tutte le prime volte. E cosi che salgono a galla anche i ricordi e le scorie, dall’infanzia all’ombra di un padre violento fino a un presente che sembra appagato e invece è dominato dall’ansia del controllo, proprio e altrui. Chirù, detentore di una giovinezza senza più innocenza, farà suo ogni insegnamento in modo spietato, regalando a Eleonora il successo formativo più eclatante e allo stesso tempo la più dura lezione della sua vita.

La stranezza che ho nella testa
Orhan Pamuk

600 pp
22 €
Einaudi

Mevlut è innamorato di Rayiha, una ragazza incontrata una volta sola, di sfuggita durante una festa. Per tre anni non passa giorno senza che lui le scriva una lettera d’amore, e pur non ricevendo mai risposta, in fondo al cuore Mevlut sa di essere ricambiato. Il suo migliore amico Sùleyman, che gli fa da “postino”, riferisce a Mevlut che la ragazza acconsente a scappare con lui e sposarlo. Peccato soltanto che, una volta portata via la ragazza dalla casa paterna nel cuore della notte, finalmente al sicuro sul treno per Istanbul, Mevlut guardi finalmente bene in faccia la sua futura moglie e scopra di essersi sbagliato: quella non è Rayiha, ma la sorella più grande e brutta che per tutti quegli anni aveva ricevuto le lettere, credendo fossero destinate a lei. Mevlut, pur con la morte nel cuore, non riesce a dirle di essersi sbagliato e ad abbandonarla. Una volta tornato a Istanbul, e sposato con la donna sbagliata, iniziano le fortune di Mevlut, venditore di boza. Fortune aiutate non poco dalle sostanze non sempre legali che aggiunge alle sue bevande e che le rendono tra le più richieste della rutilante vita notturna della Istanbul in pieno boom economico negli anni Ottanta. Ma anche le grandi fortune possono avere precipitosi rovesci: soprattutto quando scopri che il tuo migliore amico e socio d’affari sta per sposare la bella Rayiha, il tuo unico, vero, grande amore.

(Trame riportate dai vari siti promotori)

Annunci

2 thoughts on “Giovedì: libero_ Uscite in libreria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...